venerdì 5 luglio 2013

Attenzione alle AlteTemperature

                                 Dieci regole per proteggere cani e gatti dalle alte temperature

L'ENPA ha dato alcune indicazioni da seguire per evitare che i nostri amici animali soffrano troppo il caldo.

Il caldo è arrivato e, con esso, la bella stagione. Si sta bene, ci si può rilassare e divertirsi. Fa caldo, molto caldo e questo crea problemi a noi e anche ai nostri amici animali. Fido e Micio non sudano come noi, ma aumentano i ritmi respiratori per abbassare la temperatura corporea.


Ricordatevi sempre di far sì che il luogo in cui stanno i vostri amici animali sia ombreggiato e per quanto possibile ventilato; somministrare ai vostri pet cibo leggero e facile da digerire e non fate mai mancare loro l’acqua.

Ecco dieci regole base da tener presente per evitare che i nostri amici animali (non solo cani e gatti, ma anche criceti, conigli, cavie, pesci, uccelli) abbiano a soffrire per via del caldo.

1-Consultate il vostro veterinario di fiducia, che conosce bene voi e i vostri animali e potrà darvi le indicazioni più adatte alla situazione. Segnatevi il suo numero sul cellulare e mettetelo bene in evidenza in casa. Tenete a portata di mano anche il numero di telefono delle cliniche veterinarie della vostra zona, se ci sono. Se andate in vacanza, informatevi sugli studi veterinari presenti e sulla strada più breve per raggiungerli in caso di necessità.

2-Mai lasciare un animale da solo dentro l’automobile: con il caldo la temperatura interna del veicolo cresce moltissimo e, anche se ci sono finestrini aperti, può raggiungere temperature elevate. Lasciare un animale in macchina significa condannarlo a morte.

3-Se notate un animale chiuso in una macchina, da solo, controllate che non ci siano i sintomi del colpo di calore, vale a dire problemi di respirazione, spossatezza. In ogni caso è sempre bene intervenire subito cercando di rintracciare il proprietario dell’automobile. Se trascorre troppo tempo e non riuscite a trovare proprietario, chiamate le forze dell’ordine e, nell’attesa che arrivino, create dell’ombra (coprendo in qualche modo il parabrezza, per esempio); se i finestrini sono aperti provate a far bere l’animale, prestando la massima attenzione. Leggiamo, inoltre, sul sito dell’ENPA: “In casi estremi è accaduto che cittadini abbiano rotto il finestrino dell’automobile per soccorrere il quattrozampe ed evitargli una morte certa. In queste circostanze l’Enpa, considerando prevalente la salvezza dell’animale, offre il proprio sostegno legale.”

4-Se la pelle del nostro amico peloso scotta, se l’animale barcolla o presenta difficoltà respiratorie è bene far abbassare la temperatura bagnandolo con acqua fresca.

5-Evitate le passeggiate nelle ore più calde della giornata perché, oltre al colpo di calore, Fido può scottarsi le zampe sull’asfalto rovente.

6-Non costringete il vostro cane a sforzi eccessivi, non fategli fare corse sotto il sole, evitate le gare o le altre attività sportive se fa molto caldo.

7-Quando siete a passeggio con il vostro cane, portate con voi una bottiglietta d’acqua e una ciotola per farlo bere (ci sono in commercio delle comode ciotole da viaggio per l’acqua).

8-I pet possono andare incontro a scottature solari: proteggeteli applicando una crema solare ad alta protezione sia sulle estremità bianche che sulle punte delle orecchie prima di uscire di casa.

9-Attenzione ai parassiti: ricordatevi di applicare preventivamente un antiparassitario adatto alla specie del vostro pet e alla taglia. Tenete ben presenti che alcuni antiparassitari per cani possono uccidere i gatti!

10-In casa fate in modo che Fido e Micio abbiano sempre acqua fresca e pulita a disposizione, in modo che possano bere e dissetarsi a loro piacimento.


Se avete dei pesciolini, fate in modo che il loro acquario non sia raggiunto dalla luce diretta del sole. Inoltre è fondamentale cambiare l’acqua regolarmente evitando, così, la formazione di alghe. Se avete un laghetto in giardino, riempitelo in maniera regolare di acqua per compensare l’acqua che evapora.

Non mettete sul balcone al sole diretto le gabbie con gli uccelli o quelle con i criceti: le gabbie vanno collocate in un luogo fresco, arieggiato e ombreggiato.

Controllate attentamente i vostri conigli e le vostre caviotte per evitare la presenza di parassiti; tenete sempre pulito tutto l’ambiente in cui vivono e fornite una lettiera pulita.

 ENPA
Posta un commento