sabato 1 giugno 2013

Verlaine Donne e Gatti

Paul Marie Verlaine (Metz, 30 marzo 1844Parigi, 8 gennaio 1896) è stato un poeta francese.

Verlaine

Figura del poeta maledetto, Verlaine viene riconosciuto come il maestro dei giovani poeti del suo tempo. La sua influenza sarà significativa ed i posteri accoglieranno questa arte poetica verlaineana, niente che vi è in lui pesa o posa, fatta di musicalità e della fluidità che gioca con i ritmi dispari.

Un accostamento molto frequente è quello tra la natura femminile e la natura felina. Meglio, tra la seduzione femminile e la seduzione felina.

Una gatta e una donna: creature pericolose entrambe, morbide e arrendevoli, ma sempre nascostamente armate; dotate di una luminosità naturale e, per questo, tanto più ingannevoli e temibili. Non si sa mai quanto inconsapevolmente o consapevolmente seduttrici.
Nessun uomo potrà mai venirne a capo. E neppure nessun gatto.

Paul Verlaine  le spia insieme in un boudoir e ne resta incantato.




Donne e gatti di Paul Verlaine

Lei giocava con la sua gatta
e che meraviglia era vedere
la bianca mano e la bianca zampa
trastullarsi nell'ombra della sera!
Lei nascondeva - la scellerata -
sotto i guanti di filo nero
le micidiali unghie d'agata
taglienti e chiare come un rasoio.
Anche l'altra faceva la smorfiosa
e ritraeva i suoi artigli d'acciaio,
ma il diavolo non ci perdeva nulla…
E nel boudoir, aereo,
in cui tintinnava il suo riso,
scintillavano quattro punti fosforescenti.










Femme et chatte
Elle jouait avec sa chatte,
Et c'était merveille de voir
La main blanche et la blanche patte
S'ébattre dans l'ombre du soir.
Elle cachait — la scélérate ! —
Sous ces mitaines de fil noir
Ses meurtriers ongles d'agate,
Coupants et clairs comme un rasoir.
L'autre aussi faisait la sucrée
Et rentrait sa griffe acérée,
Mais le diable n'y perdait rien...
Et dans le boudoir où, sonore,
Tintait son rire aérien,
Brillaient quatre points de phosphore.
Posta un commento