giovedì 28 marzo 2013

Cane o gatto?



Cane o gatto? Il mondo da sempre si divide tra fautori dell’uno o dell’altro. C’è chi… “è più intelligente il cane” e chi ...“il mio gatto capisce tutto”.. “ma i cani sono più affettuosi” e.. “i gatti sono indipendenti e non c’è bisogno di portarli fuori”.
Ma gusti e preferenze personali a parte, che cosa dice la scienza? La rivista scientifica inglese New Scientist ha provato a tirare le somme di ricerche e esperimenti fatti negli anni su cani e gatti, individuando 11 categorie in cui i nostri amici a quattro zampe si sono confrontati, che sono cervello, storia condivisa con l’uomo, legami, popolarità, capacità di comprensione, problem solving, trattabilità, capacità di vocalizzazione, supersensi, impatto ambientale, utilità.
 E il vincitore è...

Cervello. Con 64 grammi di materia cerebrale i cani battono i gatti, il cui cervello pesa solo 25 grammi. Ma le cose cambiano se si contano i neuroni, 300 milioni quelli della corteccia dei gatti contro i soli 160 milioni dei cani cosa che aumenterebbe la capacità di processare le informazioni dei gatti rispetto ai cani.
Quindi i vincitori di questa categoria sono i gatti.
Gatti 1 - Cani 0 

Storia condivisa con l’uomo. Studiando il Dna di lupi e cani, alcuni ricercatori dell’Università della California hanno affermato che i due animali si sarebbero differenziati 50 mila anni fa, mentre i primi resti di cane domestico, ritrovati dagli archeologi, risalirebbero a 30 mila anni fa. Le origini della domesticazione dei gatti sono molto difficili da rintracciare ma si aggirerebbero tra i 9.500 anni fa (datazione dei resti di alcuni gattini ritrovati vicino ad alcuni esseri umani a Cipro) e i 5.000 anni fa (inizio dell’epoca degli Antichi Egizi).
Vincitore: cane
Gatti 1Cani 1 

Legame. Il cane si sa quando non c’è il padrone soffre, come un bambino che aspetta la mamma che si è allontanata. E’ proprio per questo che, secondo alcuni esperimenti condotti in laboratorio, il comportamento del cane nei confronti dei padroni è assimilabile a quello del figlio nei confronti della mamma.
Per il gatto certi esperimenti sono più difficili, poiché il solo fatto di essere lontani dal loro territorio per essere osservati in laboratorio, li stressa troppo per poterli osservare.
Ma del resto si sa i gatti sono più indipendenti e secondo i modelli che i ricercatori hanno usato finora, e quanto decretato da New Scientist i cani si legherebbero di più al proprietario rispetto ai  felini di casa (ma siamo sicuri che molti proprietari di gatti non saranno d’accordo!).
Vincitore: cane
Gatti 1Cani 2 



Popolarità. Qui i proprietari di gatti possono esultare: secondo recenti studi nei Paesi a maggioranza gatti, i piccoli felini sono 204 milioni, contro i 173 milioni di cani stimati nei Paesi a maggioranza cani.
Vincitore: gatto
Gatti 2 Cani 2

Capacità di comprendere. A far salire il punteggio dei cani in questa categoria è sicuramente Rico, il border collie capace di comprendere un vocabolario di 200 parole .
Vincitore: cane
Gatti 2 Cani 3 

Problem solving. I cani sembrano più preparati anche in questo, forse grazie anche alla loro motivazione. Mentre i gatti si disinteressano dei compiti a loro assegnati e sono meno attenti agli stimoli dati dagli umani, i cani invece riescono più frequentemente a risolvere i problemi grazie al loro naturale approccio collaborativo.
Vincitore: cane
Gatti 2Cani 4 

Trattabilità. Secondo i ricercatori è molto complesso capire le abilità dei gatti perché è difficile avere la possibilità di insegnare loro qualcosa, anche per il loro naturale disinteresse per le indicazioni degli umani. Mentre con i cani questo è molto più semplice.
Vincitore: cane
Gatti 2Cani 5 

Vocalizzazioni. Vari studi hanno dimostrato come cani e gatti abbiano adottato diversi tipi di vocalizzi per ottenere qualcosa o per comunicare con gli esseri umani.
I lupi per esempio non abbaiano, i cani sì e lo fanno in modo assai diversi in base allo stato d’animo, se sono felici o se sono arrabbiati, anche se non è sempre facile capirne la differenza ed è necessario osservare il linguaggio del corpo .
Ma i gatti, proprio secondo un recente studio , sono davvero imbattibili, avendo sviluppato un miagolio con una frequenza molto simile a quella di un neonato, che agirebbe sui proprietari a livello subliminale.
Vincitore: gatto 
Gatti 3 - Cani 5 

Supersensi. Mentre per vista e udito si sa che i gatti sono imbattibili per l’olfatto si è sempre pensato che i cani se la passassero meglio. Invece non è così. Nuovi studi hanno dimostrato che i 200 milioni di recettori olfattivi presenti in media nei gatti (in realtà il numero varia in base alle diverse razze) è superiore al numero dei recettori nella media dei cani.
Vincitore: gatto
Gatti 4Cani 5 

L’impronta ecologica. Si potrebbe dire che i gatti sono più “ambientalisti” dei cani. La porzione di terra necessaria per nutrire un cane di medie dimensioni è 0.84 ettari. Ma neanche il più piccolo dei cani, il chihuahua, non può competere con i gatti. La fetta di pianeta che consuma il piccolo cagnolino è di 0,28 ettari, quasi il doppio di quello di cui necessita il gatto, 0,15 ettari.
Vincitore: gatto 
Gatti 5Cani 5 

Utilità. Possono cacciare, fare i pastori o la guardia. I cani sono utili per molte attività umane, non ultime quelle di soccorso, di assistenza (per esempio i cani guida per i ciechi) e di polizia (scovare droghe e esplosivi).
Sono da tempo provati poi i vantaggi che i pet, cani e gatti, hanno sulla nostra salute. Accarezzare il pelo del gatto diminuisce il livello di stress e la presenza del cane in casa abbassa la pressione sanguigna e il livello di colesterolo. Fare lunghe passeggiate con il cane poi è un ottimo esercizio fisico. Ma, viste le loro numerose specializzazioni, in questo i cani sono davvero imbattibili.

Per cui vincono i cani 
Gatti 5Cani 6 

Anche se di un soffio i cani battono i gatti. Sei d’accordo?

Personalmente  in linea di massima mi trova d'accordo ma alla voce LEGAME non mi trova affatto in linea col dire che i gatti sono indipendenti e non soffrono lontano dal padrone o da casa,chi ha un gatto sa bene che cio' non e' assolutamente vero, forse per il gatto randagio , ma per quello domestico vale lo stesso affetto del cane,per concludere credo che il cane possa vincere solo in virtu' del fatto che viene utilizzato dall'uomo per svariate attivita' utili .


Fonte
http://www.focus.it/ambiente/animali/125652_cani-e-gatti-a-confronto_255456_C12.aspx
Posta un commento