giovedì 8 agosto 2013

Maltrattamenti: ragazza condannata a due mesi per l’uccisione di una gattina


La donna aveva tramortito e poi investito con la sua auto una gatta.

 La LAV: "Una condanna necessaria, per un'uccisione particolarmente efferata, peraltro commessa da una ragazza giovanissima ".

Così la Lega antivivisezione commenta la condanna alla pena di due mesi e dieci giorni di reclusione, inflitta dal Tribunale di Milano Sezione distaccata di Legnano a una giovane che ha ucciso una micina investendola volontariamentente con la propria macchina.
 
La ragazza, si legge nel capo d'imputazione "con crudeltà e senza necessità cagionava la morte di una gattina europea, di proprietà di una signora, gettandola con violenza sul bordo stradale, dopo averla prelevata dalla sua automobile, mezzo con il quale in seguito al tramortimento dell'animale, iniziava la marcia per investirlo".


Il Giudice ha riconosciuto la giovanissima imputata colpevole del reato di uccisione di animali (art. 544 bis c.p) condannandola anche al risarcimento del danno in favore delle parti civili: la Lav, assistita nel procedimento dall'avvocato Jacopo Cappetta, del Foro di Milano, e la proprietaria della gattina.

IL mio pensiero: Aldila' della condanna che e' comunque giusta,mi chiedo con che cattiveria e crudelta' puo' un essere umano uccidere cosi' una bestiola e questa persona anche se condannata avra' capito la gravita' del suo gesto e la sua coscienza puo' fare finta che non sia successo nulla dicendo che e' "solo un gatto".

Ma questo gattino non aveva come lei il diritto di vivere? persone cosi' creano solo tanta tristezza  perche' dentro di loro esiste solo un cuore arido privo di buoni sentimenti .

Fonte
http://gopets.gogreen.virgilio.it/articolo/982/maltrattamenti-ragazza-condannata-a-due-mesi-per-l-uccisione-di-una-gattina#.UgPER9K8D4J
Posta un commento