martedì 27 agosto 2013

Gatti e Addestramento





I gatti sono animali relativamente autosufficienti e per questo richiedono minore addestramento di altri animali domestici. Nonostante la loro indipendenza, tuttavia, i gatti hanno bisogno di un efficace training casalingo e istruzioni che riguardano le regole di comportamento della vostra casa. Molti gatti possono, inoltre, imparare a raggiungervi, a sedersi   e ad eseguire numerosi comandi giochi.



Molti  principi generali devono guidare l’addestramento di un gatto, indipendentemente dai fini personali che vi proponete.

1)      Usate premi, coccole e gioco come riconoscimento di un comportamento corretto. Evitate di picchiare il vostro gatto.

2)      Date al vostro gatto molte opportunità per comportarsi correttamente. Aiutatelo con un supporto per l’arrotamento delle unghie e giocattoli sicuri da scalciare e morsicare.

3)      State attenti ai segnali sia sul muso sia sul corpo. I gatti che temono un attacco raddrizzano la coda, mostrano i loro denti e spesso soffiano, sputano o ringhiano. Lasciateli calmare prima di avvicinarli.

4)      Siate fermi e coerenti



L’addestramento in casa sarà più facile se stabilite uno spazio personale per il vostro gatto da subito. Ci sarà bisogno di un lettino o di una scatola di cartone pulita, piatti del cibo e dell’acqua e una vaschetta come lettiera. Mettete tutte queste cose (così come i giocattoli, i supporti per l’arrotamento delle unghie e gli accetti da scalciare) in una piccola stanza che sia chiusa di notte o quando il gatto è solo in casa.

I gatti sono naturalmente sono lindi e puliti,generalmente imparano ad usare la lettiera molto presto. Molti gatti arrivano nella vostra   casa già addestrati, ma potrete facilmente insegnare queste cose da soli. Ponete la vaschetta-lettiera in un luogo tranquillo, lontano dal cibo e dall’acqua e rivestitelo con lettiere per gatti. Accertatevi che il gatto possa trovarla facilmente ed entrarci.



Mettete il gatto nella lettiera spesso, specialmente dopo che si è svegliato, che ha mangiato e dopo che ha giocato a lungo. Premiate il gatto per il corretto uso della cassetta. Rimproverate il gatto solo per un comportamento scorretto quando lo si trova in flagrante.

Per accertarsi che il gatto continui ad usare la vaschetta, tenetela asciutta e disinfettata. Pulitela quotidianamente o cambiate la lettiera assorbente almeno due volte alla settimane. Lavate la vaschetta con acqua calda e sapone in un lavello esterno o in un lavello a più vasche. Evitate di usare disinfettanti o ammoniaca. Un letto di due o quattro centimetri di bicarbonato sotto la lettiera del gatto aiuta ad  assorbire gli odori.




Consultatevi immediatamente con un veterinario se il vostro gatto non impara ad entrare in casa o se più tardi dovesse presentare problemi dopo aver recepito con successo il vostro addestramento.

Indipendentemente dalla frequenza con cui premiate il vostro gatto per un comportamento corretto, un rimprovero per un comportamento improprio sarà probabilmente a volte necessario. E’ vostra responsabilità trasmettere messaggi chiari circa i comportamenti permessi e quelli non permessi, poiché il gatto non conosce automaticamente la differenza. Comportamenti non permessi sono quelli che comprendono: il mordere e il graffiare le persone, scalare o graffiare i mobili e ogni azione pericolosa per il gatto o che vi procuri fastidio.



Quando il gatto si comporta male reprimetelo immediatamente ricorrendo a un sonoro "no", un forte battito di mano o uno schizzo d’acqua da una bottiglia spray. Rimproverare l’animale dopo il fatto può generare confusione e non essere efficace.
 Colpire o scuotere un gatto spesso provoca una risposta aggressiva. Per insegnare al gatto il proprio nome ripeteteglielo spesso, specie nei momenti di gioco o di coccole. Molti gatti associano il nome con esperienze piacevoli e vengono da voi quando li chiamate. Non chiamate mai il gatto quando dovete rimproverarlo: in questi casi siete voi che dovete avvicinarvi a lui.

Fonte
http://www.ilmiogatto.net/addestramento.htm
Posta un commento