martedì 2 luglio 2013

Ma e' solo...un Gatto.....


"Questo e' un tenero racconto trovato su internet
sul valore dell'affetto che puo' legare un gatto con la sua padroncina"


Questa storia vera la scrivero' qui... Sedetevi comodi...

Molti anni fa, (1987) abitavo in un piccolo paesino distante pochi chilometri da dove abito ora.

La mia finestra di cucina dava su tutti i tetti del paese, mi piaceva moltissimo vedere il tramonto da quella finestra, che arrossava il campanile della Pieve Romanica.
Alcuni anni dopo(1991), un bel giorno mi portarono una piccola gattina che non aveva nemmeno 2 mesi, e che qualcuno aveva buttato in una pozzanghera dentro ad un campo insieme ad altri 2 fratellini.


Non vi dico le sue condizioni, ed era bruttina sembrava un topo.

Si e' adattata subito,cominciando a fare danni tanto che l'ho chiamata poi Birba.....
Lei adorava quella finestra di cucina, per lei ho costruito un davanzale di legno, dove, dopo avere scorrazzato per i tetti vi si adagiava felice al sole...
In quel periodo io lavoravo in un ristorante e facevo turni pesanti, mattine e sere e feste comandate.
Bene non ci crederete, ma la mia Birbetta, la sera puntuale come un orologio, sgattaiolava per i tetti,scendeva, attraversava orti e giardini, fino ad arrivare sulla strada con il rischio di essere investita!
Si appostava vicino ad un cassonetto e aspettava fedele il passaggio della sua "mamma" (io..), verso le 24 o a volte piu' tardi, io arrivavo per quella strada (il lavoro distava 500 metri da casa)la chiamavo e lei spuntava e mi trotterellava incontro.
Facevamo l'ultimo tratto di strada insieme, e una volta aperto il portone si fiondava su per le scale felice del rientro a casa.
Un bel giorno arrivarono i muratori su quel tetto, e Birbetta curiosona come tutti i gatti, si intrufolo' nel lavoro che stavano facendo, e quindi alla fine rimase murata in quel buco!!!

La sera mentre la chiamo per la pappa,sento un miagolio_lamento e non ci metto molto a capire cosa fosse successo, immaginate la mia disperazione, diluviava, ma ugualmente salgo sul tetto e cerco di chiamarla parlargli e coccolarla con la mia voce.
Passo una notte spaventosa.
La mattina dopo, era sabato, cerco e rintraccio i muratori, spiego la situazione e mi sento dire: Ma signora e' solo un gatto!!!puo' resistere 3 0 4 giorni senza mangiare e bere, Lunedi' la tireremo fuori...

Non vi dico cosa e' successo,ho urlato inveito e minacciato che avrei spaccato da sola il tetto, avrei chiamato la protezione animali, i vigili del fuoco, etc etc....
Alla fine li ho convinti e me l'hanno tirata fuori dal tetto.

In un paio delle sue uscite, la cara Birbetta e' tornata con un bel pancione, quindi scaduto il tempo io preparavo la "sala parto".
Lei voleva assolutamente partorire sul mio letto e dalla mia parte, quindi mettevo prima un bel nylon, poi una coperta e poi, sopra ancora un lenzuolo pulito dove lei si adagiava e voleva essere massaggiata ininterrottamente sulla pancina.
Bene Birbetta partoriva cosi', voleva che io l'aiutassi.
Poi preparavo una bella cesta dove lei portava i suoi cuccioli.
E' stata una brava mammina.

Sono passati 14 anni da allora e lei e' ancora con me. embe' direte voi???
Birbetta e' stata operata 4 anni fa per una brutta infezione, e ha superato tutto.
E' stata operata 3 mesi fa circa,perche'si era riempita la pancina di piccoli tumori, e avevo paura che non superasse l'anestesia stessa perche' e' anziana.
Ma lei ha superato di nuovo tutto.

Ora Birbetta e' di nuovo malata, ha un nodulo (tumore) grosso come un uovo, sotto l'ascella di una zampina.
La volta scorsa il veterinario disse che era scettico che reggesse l'anestesia...
Ora io mi sto domandando cosa e' giusto per lei, riprovarci e darle la possibilita' ancora di vivere (anestesia permettendo), perche' a lei piace tanto ancora giocare, mangiare, correre...
O lasciare che la malattia faccia il suo corso fino in fondo senza operarla?

Non so davvero cosa fare, molti penseranno che forse io esagero oppure penseranno ancora come quei muratori : Ma e' un gatto...
No per me non e' solo un gatto, ma molto molto di piu'....


                     PS: I gatti nelle foto non sono in nessun caso il protagonista della storia
Fonte
http://casettatranuvole.forumfree.it/?t=3164420
Posta un commento