venerdì 14 giugno 2013

Proteggiamo i Gatti dal Caldo


                                     Il gatto puo'   soffrire il caldo - consigli contro il caldo


E’ arrivata l’estate e con essa il caldo torrido e l’afa.
In televisione e sui giornali si rinnovano gli appelli per anziani e cardiopatici ma il caldo afoso rappresenta un rischio anche per i nostri amici a quattrozampe.
Lo ricorda in questi giorni l’ Enpa che sottolinea come lasciare il proprio animale sotto il sole privo di protezione oppure in auto con i finestrini chiusi sono tutti comportamenti che rientrano nella definizione di maltrattamento e, quindi, perseguibili per legge.
Aldilà delle possibili sanzioni ( fra l’altro si rischia il carcere) appare ovvio che qualsiasi proprietario responsabile ed amante del proprio amico peloso ha il dovere, ma diremmo anche il piacere, di fare di tutto per aiutarlo a meglio sopportare il caldo di questi giorni, anche perché esistono concreti pericoli per la loro salute.
 Certo per i gatti il rischio è ridotto rispetto ai cani ma possono soffrire ugualmente l’arsura.


Inoltre alcune razze sono più soggette di altre: quelle a pelo lungo fra le quali spiccano i Mainecoon, i norvegesi delle foreste ed il Persiano
 Quest’ultimo particolarmente a rischio poiché alla folta pelliccia si aggiunge un difetto congenito di respirazione dovuto alla particolare conformazione del suo naso che impedisce un’ottimale dispersione di calore che nel gatto, come nel cane, viene svolta anche attraverso un incremento della frequenza respiratoria.
 Ma oltre ad evitare i casi limiti, ovvero lasciare i nostri amici sotto il sole, quali accorgimenti si possono attuare? Innanzi tutto lasciamogli tanta acqua a disposizione fresca ma mai fredda per evitare possibili congestioni.

L’alimentazione deve sostanzialmente rimanere quella di sempre, avendo l’accortezza di somministrare i pasti nelle ore più fresche e, nel caso di cibo umido, facendo attenzione che non venga lasciato nella ciotola troppo tempo: con il caldo potrebbe deteriorarsi con conseguenze facilmente immaginabili.
L' aria condizionata può essere utile sia in casa che in auto, specialmente nelle ore più afose, ma non al massimo per evitare sbalzi improvvisi e/o freddate.
Se non si dispone di condizionatori è bene accendere il ventilatore opportunamente orientato così come in automobile sarà necessario tenere aperti i finestrini.
In entrambi i casi, ovvero di aria condizionata o di ventilatore, impedite al Vostro micio di disporsi davanti alla fonte d’aria, altrimenti Vi troverete in piena estate alle prese con un gatto raffreddato in giro per casa.


Controllate, infine, spesso il Vostro amico peloso e se notate qualche difficoltà ( respirazione rapida ed affannata) bagnategli la testa con l’accortezza di non farla entrare nelle orecchie per evitare possibili e fastidiose otiti.

Controllatelo costantemente e se verificate che i problemi permangono contattate il Vs. veterinario di fiducia.







Fonte
http://www.gattoamico.it/tuttigliarticoli/salute/proteggiamo-il-gatto-dal-caldo.htm
Posta un commento