mercoledì 24 aprile 2013

L'alimentazione dei gattini




I gattini, che alla nascita in media pesano circa 100 g, hanno un tasso di crescita notevole.
Durante la prima settimana raddoppiano il loro peso e aumentano di circa 100 g alla settimana fino a circa 6 mesi di età.
A causa dello sforzo intenso a cui è sottoposta la gatta durante l'allattamento, i gattini dovrebbero essere incoraggiati a mangiare cibi solidi a partire dall’età di 3 settimane, completando lo svezzamento a 8 settimane.
 Il cibo offerto ai gattini deve essere tenero e saporito.
Man mano sviluppano l'interesse e la capacità di assumere cibi solidi, i gattini riducono la richiesta di latte materno, la cui produzione diminuirà gradualmente.
Idealmente, i gattini dovrebbero essere svezzati con gli alimenti che formeranno la loro dieta futura.
 È consigliabile offrire una varietà di marche (sempre di qualità elevata) per evitare che si fissino su un solo tipo di alimento rifiutando ogni altra varietà.

Per essere adatto ai gattini un alimento deve soddisfare una serie di criteri. Deve essere altamente digeribile e avere un odore, un sapore e una consistenza che incoraggiano il gattino a mangiare.
Si possono somministrare anche alimenti secchi come le crocchette, che sono molto caloriche, ma può essere necessario prima ammollarle in acqua o latte.
Dopo lo svezzamento, i gattini dovrebbero continuare ad essere alimentati a volontà con cibo per gattini in crescita di buona qualità.
 In genere i gattini non hanno problemi legati ad un'eccessiva assunzione di calorie e quindi di l'obesità.
Dal momento che hanno uno stomaco relativamente piccolo, i gattini dovrebbero essere alimentati con piccoli pasti ad intervalli regolari. 


Fonte
http://www.avanzimorivet.it/index.html
Posta un commento