domenica 13 gennaio 2013

Una Strana Amicizia




                                                        IL GATTO E IL TOPO



UNA STRANA AMICIZIA


di Matteo Ghilardi
Un giorno un topolino uscì dalla sua tana in cerca di un pezzo di formaggio, ma non potè prenderlo perché un grosso gatto circolava per la casa. Sconsolato tornò nella sua tana, ma il suo stomaco brontolava per la fame, così decise di fare un altro tentativo.
Piano piano uscì dalla tana e si diresse verso il piatto che conteneva il formaggio, ma mentre stava per addentarne un pezzettino, il gatto gli balzò addosso e lo strinse fra le zampe.
Il gatto meditava se mangiarselo subito o più tardi, ma il topolino lo supplicò di lasciarlo andare perché presto gli avrebbe ricambiato il favore. Il gatto commosso lo lasciò andare.
Una sera la padrona di casa vide scorrazzare per la casa il topolino e spaventatissima ordinò al gatto di prendere quel topo, altrimenti lo avrebbe cacciato via. Il gatto raccontò la faccenda al topo e decisero di mettersi d’accordo per risolvere il problema. Il giorno dopo il topo si finse morto, il gatto lo prese con delicatezza e lo portò alla padrona che felice, essendo un po’ miope, diede al gatto una grossa ciotola di cibo.
Poco dopo i due festeggiarono la loro amicizia con quel ricco pranzetto.


Questa favola insegna che l’amicizia è possibile anche fra razze diverse.


Posta un commento