domenica 20 gennaio 2013

Una Lettera per Pikkino

"Struggente lettera in ricordo  di un gattino che ha saputo dare amore e serenita' in una famiglia"

"lettera vera"


                                                                    PIKKINO



Questa è la storia di Pikkino, un dolcissimo micio dell'età stimata di circa sette anni e che da quattro anni è entrato la vita della mia famiglia.
Vi racconto la sua storia.
Allontanato dalla prima famiglia per essersi ribellato graffiando alle molestie di un bambino, non aveva perso ancora  la fiducia nelle persone quando mia figlia lo aveva notato malridotto e sofferente ma affettuoso, che le si avvicinava per cercare cibo e coccole.

Un giorno, uscendo di casa, mia figlia lo vide che era stato appena investito da una macchina e piangeva come un bambino.

Impietosita, non sentendosi di abbandonarlo, lo portò da un veterinario, il quale lo ricoverò curandogli con grande attenzione la frattura del bacino e della zampetta posteriore sinistra, precisando quando lo dimise che da randagio non sarebbe sopravvissuto, in quanto sarebbe dovuto restare immobile per almeno venti giorni.
Fu così che mia figlia lo portò a casa e contro il parere di mia moglie decidemmo a maggioranza di adottarlo anche se era un micio abbastanza bruttino malconcio e zoppetto.
Lentamente Pikkino si è ripreso trasformandosi incredibilmente, riprendendo peso, cambiando il colore e la lunghezza del pelo recuperando in pieno agilità ed energia felina ed è diventato un bel micione che stupisce
chiunque lo vede anche per la sua affabilità.
Siamo ancora incerti sulla sua razza che secondo il veterinario potrebbe non essere europea, ma per maggior parte un Armeno o Turco Van.
Pikkino
La bestiola si è dimostrata fin dall'inizio tenerissima ed affettuosa, dimostrandosi adattissimo alla vita familiare, girando tranquillo per casa e soprattutto senza mai fare alcun danno. Non lo abbiamo fatto castrare, ma conteniamo i suoi eccessi ormonali con delle iniezioni contraccettive, perchè, anche se è una scelta costosa, gli consente di mantenere senza problemi la sua integrità fisica e se trovassi una micia con la stessa combinazione di colori, potrei farlo accoppiare per dargli una discendenza. Mia moglie non era abituata al contatto con animali domestici e dopo la contrarietà iniziale, superati sospetti e pregiudizi, ha iniziato ad affezionarsi a Pikkino, il quale ha notato il cambio di atteggiamento e
progressivamente ha stabilito con lei un rapporto privilegiato.
Pikkino segue altri due mici che ho avuto nel corso della mia vita ed amato moltissimo, ma lui, senza cancellare il ricordo dei predecessori, è veramente un micio speciale.



Il nostro amato micio Pikkino, tre settimane fa, dopo una breve ma straziante agonia, è purtroppo deceduto con grandissimo dolore di tutti noi, che tanto l'abbiamo amato fin da quando lo avevamo adottato ridotto in condizioni pietose.

Avremmo voluto dare a Pikkino una adeguata sepoltura in una piccola tomba in un giardino, ma abitando in un condominio in città non abbiamo potuto farlo, nè amici e conoscenti che potevano, si sono offerti di aiutarci.




Posta un commento